portabottiglie vino scegliere

Come scegliere il portabottiglie per il vino?

Che lo si ami per le qualità organolettiche o perché sa regalare momenti conviviali indimenticabili, il vino è uno dei grandi piaceri della vita. Se ben conservato. Il portabottiglie è un dettaglio importante per gli appassionati di vino: vediamone tutte le caratteristiche e come scegliere il portabottiglie più adatto alle proprie esigenze.

Ce n’è per tutti i gusti: il portabottiglie è diventato un elemento indispensabile per la conservazione del vino a casa, per preservarne al meglio le caratteristiche organolettiche e dare un tocco speciale all'arredamento. Vediamo come scegliere il portabottiglie ideale.

Cos’è il portabottiglie di vino?

Il portabottiglie è uno strumento utile per conservare al meglio le proprie bottiglie di vino: deve garantire la conservazione della bottiglia nella posizione ideale, impedendo che si rompa.

Quali sono i criteri da tenere presenti per la scelta del portabottiglie?

Conviene essere accurati nella scelta del portabottiglie, la cui scelta dipende da diversi fattori.

0. Al di là delle varie scelte, due criteri sono trasversali e, se possibile, da preferire sempre: 

- scegliere un portabottiglie che tenga ogni bottiglia distanziata dalle altre: in questo modo si limitano le vibrazioni, dannose per il vino.

- la posizione delle bottiglie deve essere orizzontale. Il perché lo spieghiamo nella guida completa alla conservazione del vino a casa.

1. Per prima cosa, serve capirne la grandezza, che deriva da quante bottiglie si vogliono stoccare, e quindi se si vuole avere qualche vino sempre a portata di mano o se il portabottiglie da acquistare serve per la conservazione di una vera e propria collezione. Se vuoi arricchire la tua collezione, prova le nostre soluzioni in abbonamento: nella Box Esperto, assieme a vini già pronti da degustare, ci sono sempre anche bottiglie di grande longevità, da conservare a lungo.

Ci sono portabottiglie piccoli e altri che contengono da dozzine a centinaia di bottiglie, questi ultimi spesso progettati per usare in modo efficiente lo spazio e inserire un gran numero di vini in spazi piccoli.

La domanda qui è: quanti vini si possiedono.

2. Le dimensioni e le caratteristiche dello spazio in cui mettere il portabottiglie, tenendo presente che il vino va posizionato in un ambiente della casa privo di luce solare diretta e senza troppe variazioni di temperatura.

Lo spazio di conservazione incide sulla scelta della tipologie anche perché ci sono portabottiglie con integrati cassetti dove mettere al loro interno anche tappi, cavatappi, salvavino, strofinacci e bicchieri.

La domanda qui è: dove si vogliono conservare le bottiglie.

3. Forma delle bottiglie: in base al tipo di bottiglie che si vogliono conservare si possono acquistare portabottiglie di varia forma. Si pensi ad esempio alle magnum.

4. Materiali. I più utilizzati sono legno e metallo, ma ci sono varie soluzioni disponibili, anche con materiali di riuso: la scelta è quanto mai personale, dal momento che entrambi sono in grado di reggere anche le bottiglie di vino più pesanti. Il consiglio è di optare in ogni caso per materiali di qualità, che garantiscano una buona conservazione nel tempo del portabottiglie.

portabottiglie

5. Stile, che è quanto di più soggettivo esista. I portabottiglie hanno anche un valore estetico e possono cambiare molto l’aspetto della casa, costituendo una componente di arredo importante. Le possibilità sono moltissime, dalle più semplici alle forme di design più sofisticato.

Dipende dal proprio gusto.

6. Prezzo. Questo criterio è il risultato della somma delle scelte di cui sopra, e quindi anche qui, grandissima variabilità.

Che tipi di portabottiglie sono disponibili?

Moltissimi, in diverse forme e materiali. Le principali tipologie disponibili sono:

1. Portabottiglie da parete

Svolgono funzioni pratiche e anche decorative. In genere non sono particolarmente capienti per evitare che il peso delle bottiglie faccia cadere tutto: attenzione alla qualità dei materiali, il portabottiglie deve essere robusto.

portabottiglie vino da parete

2. Portabottiglie sospese

Sono simili a quelle da parete, con la differenza che sono soluzioni da appendere piuttosto in superfici orizzontali, che sia il soffitto della stanza o la parte alta di un armadio. Il vantaggio è soprattutto quello di risparmiare spazio.

3. Portabottiglie da tavolo

Possono essere appoggiate su un piano, che sia un tavolo da cucia, un bancone o altre superfici piane. Il vantaggio è il risparmio dello spazio della casa e la maggiore sicurezza. Ne esistono anche per una sola bottiglia.

portabottiglie vino

4. Portabottiglie da pavimento

Sono soluzioni free-standing, simili a quelle da tavolo ma si appoggiano a terra. È la tipologia più diffusa e quella che consente i numeri più alti di bottiglie stoccate.

5. Portabottiglie a forma di mobile

Alcuni portabottiglie vanno oltre lo stoccaggio e fungono anche da mobile o da tavolo, offrendo anche cassetti per conservare bicchieri e altri strumenti per il servizio. Il vantaggio è il risparmio di spazio.

Vuoi una collezione di vini tutta tua? Scopri i nostri abbonamenti e ricevi a casa vini di nicchia selezionati dai nostri sommelier in base ai tuoi gusti.