Come riconoscere il Riesling e fare un figurone

Come riconoscere il Riesling e fare un figurone

Capita, con gli amici, di degustare un bianco alla cieca anche senza volerlo, perché qualcuno l'ha versato velocemente nel calice. Se si tratta di Riesling, questo è il vino bianco probabilmente meno complicato da riconoscere. Basta conoscerne gli aspetti chiave e avere fatto un po' di pratica.

Uno dei vini bianchi più famosi e più peculiari al mondo, autoctono della Germany... vediamo come riconoscere il Riesling alla cieca, al primo sorso ma forse anche prima.

Da cosa profuma le uve di Riesling?

Il riesling è un vitigno semi-aromatico: le uve sono caratterizzate da deboli profumi floreali. Dopo la fermentazione alcolica, l’odore del vino continua ad avere una dominanza di note floreali. Con il passare del tempo emergono gradualmente e si intensificano sentori di idrocarburi, del tutto peculiari.

Come riconoscere il Riesling?

1. Il colore va dal giallo paglierino tenue con sfumature verdoline dei vini secchi giovani al paglierino con riflessi dorati in quelli affinati in barrique.

2. Se giovane, il Riesling si esprime più su note fruttate acerbe (limone, lime, cedro, mela verde). Non mancano i fiori: biancospino, gelsomino, glicine, camomilla. I Riesling più calde presentano note fruttate più morbide (pesca, pera, pompelmo, albicocca, mela, frutta esotica). Se evoluto sviluppa note di burro, miele, cera. E poi i famosi idrocarburi (non fatevi ingannare: sono molto gradevoli).

3. In bocca è fresco e minerale.

Cosa sono gli "idrocarburi" nel Riesling?

Il Riesling ha un profilo aromatico unico. Al naso esprime note intriganti, di idrocarburi appunto, che ricordano il cherosene: un po’ l’odore che usciva dalle stufe dei nostri nonni.

A cosa si deve il profumo di idrocarburi tipici del Riesling?

La molecola responsabile di questo profumo peculiare si chiama 1,1,6-trimetril-1,2-diidronaftalene (TDN). Si tratta di una molecola odorosa potente, dotata di una soglia di percezione molto bassa.

Con cosa abbinare il Riesling?

Si tratta di vini bianchi vini molto versatili e ci si può sbizzarrire negli abbinamenti cibo-vino. Eccellenti con il pesce, i molluschi e i crostacei perché le note minerali si sposano molto bene con i sapori iodati del cibo. Ma sono da provare anche abbinamenti con il pollo e altre carni bianche, così come formaggi caprini.

Consigli per degustare il Riesling

1. Stappare la bottiglia una mezz’ora prima della degustazione.

2. Versalo in un calice di dimensioni medie: è un vino complesso.

3. Servilo a 10° C circa.

Vuoi scoprire grandi vini di nicchia, da tutto il mondo? Scopri il nostro abbonamento: vini selezionati da grandi sommelier il base ai tuoi gusti.