Supérieur Reserve Bordeaux | Chateau Sainte Marie

Sale price€18,00


DENOMINAZIONE: Bordeaux Supérieur Rouge AOC
TIPOLOGIA: red
UVAGGIO:
60% Merlot, 30% Cabernet Sauvignon, 10% Cabernet franc
PROVENIENZA: Francia, Bordeaux
EVOLUZIONE:
4-5 anni
TEMPERATURA DI SERVIZIO:
18° C
BICCHIERE CONSIGLIATO:
calice ampio da vino rosso
VOLUME IN ALCOL: 
13,5% 
SIZE: 75 cl

 

THE WINE

TECHNICAL SPECIFICS

FRESCHEZZA: ◼︎◼︎◼︎◼︎◻︎
CORPO:
◼︎◼︎◼︎◼︎◼︎
SAPIDITÀ:
◼︎◼︎◼︎◼︎◻︎
MORBIDEZZA:
◼︎◼︎◼︎◼︎◻︎
TANNICITÀ: ◼︎◼︎◼︎◼︎◻︎

 

NOTES FROM OUR SOMMELIERS

👁 di un bel rosso rubino;

👃🏻 al naso è espressivo, con note fini e intense di frutta rossa e spezie;

👄 ottima la struttura al palato; è rotondo e generoso, con ritorni fruttati. Lungo ed elegante il finale.

 

FOOD PAIRING

Persistenza, intensità e struttura sono le cifre di questo taglio bordolese, che predilige piatti altrettanto robusti, dotati di succulenza e aromaticità. Ottimo in abbinamento a primi piatti dai sapori persistenti, come per esempio carni rosse in umido e selvaggina.


REFINEMENT

Tipico taglio bordolese, con sapiente blend di Merlot, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc. Fermentazione lunga, di circa 25-35 giorni, con rimontaggi giornalieri. Un anno di affinamento in botti di rovere di cui la metà rinnovate ogni anno.

 

YOU WILL LOVE IT FOT

la sua struttura.

 

ORIGIN

TERROIR

Siamo nella zona di Bordeaux, uno dei territori del vino più importanti al mondo. Bordeaux non solo raggiunge vette qualitative da far perdere la testa, ma da tempo immemorabile tiene quegli esiti costanti, anno dopo anno, con stoffa di fuoriclasse. Bordeaux beneficia della vicinanza dell’Oceano Atlantico. Il clima è marittimo: inverni miti, estati fresche, precipitazioni abbondanti ma molto bene assorbite dal suolo ricco di pietre, breccia e sedimenti.
I terreni sono molto variabili in superficie, non particolarmente fertili e ricoperti da uno strato sottile coperto di breccia, mentre gli strati profondi sono ricchissimi di minerali. Nello specifico: la zona del Médoc è ghiaiosa nell'Haut-Médoc, in particolare nelle denominazioni Margaux, Saint-Julien, Pauillac e Saint-Estèphe. I crus classés sono situati su cime, piccole colline separate da piccoli corsi d'acqua perpendicolari alla Gironda che si sono riempite, nel corso dei millenni, di sabbia e sedimenti meno adatti alla viticoltura. Le cime sono costituite da ciottoli e ghiaia cementati da sabbie ricche di argilla, sempre più ricche di argilla da sud a nord.
La zona del Sauternes invece si trova su un calcare ricco di fossili, in gran parte coperto da depositi alluvionali del Quaternario che formano terrazze in leggera pendenza. Barsac, una zona più pianeggiante, è un'eccezione, poiché il suolo è punteggiato di calcare a causa dell'erosione. Mentre la zona del Graves prende il nome dal tipo di suolo dominante, la ghiaia. Questi depositi di ghiaia e ciottoli, spesso misti a sabbia e argilla, sono depositati dalla Garonna. Formano una successione di terrazze in leggera pendenza, che aumentano di età man mano che si allontanano dal fiume. Come nel Médoc, si sono formate delle valli che creano diverse cime. Il nord di questa zona è di qualità superiore al sud, con ghiaia incredibilmente ricca.


WINERY

Château Sainte-Marie ha una storia che affonda le radici nel passato. Risalente al 1874, l'azienda era già allora rinomata per la sua produzione di uve bianche e rosse. Originariamente era gestita dai monaci dell'Abbazia La Sauve-Majeure, uno dei più antichi monasteri francesi. Situata strategicamente nel cuore della regione di Entre-Deux-Mers, gode di una posizione unica, con terreni esposti al sole tra i fiumi Dordogna e Garonna.

Dal 1956, la famiglia Dupuch-Mondon porta avanti con passione l'azienda, con un forte rispetto per il terroir e l'originalità del luogo. A partire dal 1997, Stéphane Dupuch ha preso le redini della cantina, portandola a una fama internazionale grazie alla sua passione e alle sue competenze interpersonali. Château Sainte-Marie si distingue per la grande diversità dei terreni, che conferisce ai vini tipicità e autenticità. L'azienda pratica un'agricoltura eco-sostenibile, con attenzione alla densità degli impianti e avvalendosi di metodi tradizionali.

Questo Chateau è il fulcro della regione vinicola di Entre-Deux-Mers, una zona ricca di terreni diversi e vigne antiche, che contribuiscono alla produzione di vini di alta qualità di Bordeaux.

Customer Reviews

Be the first to write a review
0%
(0)
0%
(0)
0%
(0)
0%
(0)
0%
(0)