Nebbiolo Coste Della Sesia Orbello | Tenute Sella 1671

Prezzo scontato€17,00

Rosso
Piemonte (IT)
Coste della Sesia DOC
90% Nebbiolo, 5% Vespolina, 5% Cabernet Franc
Degustalo entro circa 10/12 anni
13% vol.

Produzione e affinamento

Da un vigneto a 300 metri sul livello del mare con viti di 15 anni di età, su suoli fatti di sabbie di origine vulcanica e marina, (nei comuni di Cerreto Castello, Brusnengo e Lessona). Vendemmia manuale delle uve, a inizio ottobre.

Diraspatura e pigiatura, macerazione delle uve per 10 giorrni sulle bucce. Fermentazione in acciaio con frequenti rimontaggi, e delestagee successivo affinamento barrique in barriques da 228 litri per 12 mesi.

Analisi organolettica

Esame visivo

Di un bel colore rosso rubino brillante.

Esame olfattivo

al naso esprime un bouquet ampio: frutti di bosco, ciliegia e susina matura, spezie e note balsamiche.

Esame gustativo

In bocca è fresco e croccante, succoso e bilanciato, dai tannini fini e ben presenti, ritorni fruttati sul finale.

Indice contenuti

Dal vigneto alla tavola: scopri il nostro vino

Pronti per un viaggio alla scoperta del Nebbiolo Coste Della Sesia Orbello | Tenute Sella 1671? Ora ti porteremo ad approfondire ogni aspetto di questo vino eccezionale attraverso tre sezioni chiave:

Cantina

Vieni a conoscere la storia e i valori della cantina che con passione coltiva e trasforma le uve in vino

Territorio

Immergiti nella terra che dà vita a queste uve uniche, scoprendo il clima e il terroir che influenzano il suo carattere

Abbinamenti

Ottieni consigli esperti sugli abbinamenti perfetti che esalteranno sia il vino sia il tuo pasto

La cantina

Paese: Italia

Regione: Piemonte, Biella

Ettari vitati: 23

Piemonte

Tenute Sella

Le Tenute Sella intrecciano la loro storia con quella del vino italiano: da tre secoli custodiscono il tempo, il pensiero e l’operato di generazioni che fanno vino per passione.

Nel 1671 Comino Sella acquisisce una vigna in alto Piemonte: a Lessona, un piccolo territorio vinicolo già allora storicamente dedicato alla produzione di vini rossi di pregio, frutto di nobili terre e sabbie di un mare antico.

Tenute Sella

Le generazioni della famiglia Sella da 350 anni curano le vigne delle tenute conservandole gelosamente, ben sapendo che esse fanno parte del patrimonio culturale dell’intera storia enologica italiana.

Le Tenute Sella praticano una viticoltura consapevole e attenta, in 23 ettari vitati.

Regione e territorio

piemonte

Grandi vini che esprimono la perfezione di un terroir

Piemonte

Grandi vini che esprimono la perfezione di un terroir

Piemonte

Grandi vini che esprimono la perfezione di un terroir

Piemonte

In Piemonte le prime tracce di viticoltura risolgono a epoche preromaniche (esattamente all'età del Bronzo, intorno al 1500 a.C.) e anche se oggi l'apice qualitativo si trova nei grandivini rossi, in questa regione la produzione di vini bianchi e spumanti restituisce prodotti eccelsi.

Il ruolo del Piemonte è stato fondamentale per lo sviluppo della moderna enologia Italiana, qui infatti sono stati registrati i primi esempi di zonazione delle aree vitivinicole, estendendo ai vini italiani concetti come terroir e cru: grazie alla zonazione se un vino viene prodotto esclusivamente con uve provenienti da un’unico vigneto o parcella, la menzione geografica compare in etichetta e ne aumentailprestigio.

Oltre alle delimitazioni geografiche indicate nella cartina il Piemonte viene diviso in 8 zone che raggruppano le 16 DOCG e le 42 DOC regionali. Fra queste ricordiamo nel nord le famose Gattinara DOCG e Ghemme DOCG, vicino a Torino l'Erbaluce di Caluso DOCG, nel Monferrato le Barbera del Monferrato Superiore DOCG, Brachetto d’Acqui DOCG, Dogliani DOCG, Ovada DOCG, Gavi DOCG e Ruchè di Castagnole Monferrato DOCG, per finire con la Roero DOCG a sinistra del Tanaro e alla destra del fiume, nella Langa, con le celeberrime Barolo DOCG, Barbaresco DOCG e Dogliani DOCG.

In Piemonte ha avuto inizio la rivoluzione nel mondo del vino che ha riportato l’Italia ai vertici della produzione di alta qualità: qui vengono prodotti, a parte poche eccezioni, vini monovarietali, che esprimono al meglio le caratteristiche del terroir ed esaltano in modo magistrale il territorio piemontese.

Alto Piemonte - Biella

La provincia di Biella, nel Piemonte, occupa 913 kmq con circa 182.000 abitanti. Il territorio è circondata dalle Alpi Biellesi a ovest e a nord, dalla Serra di Ivrea a sud-ovest e pianure coltivate a est e sud, dove la viticoltura gioco un ruolo chiave. Il territorio enologico si distingue per due aree viticole principali, che corrispondono a: Coste della Sesia e Canavese DOC, famose per vini come Nebbiolo e Barbera, e Bramaterra e Lessona DOC.

Le denominazioni vitivinicole della provincia di Biella includono le seguenti:

1. Bramaterra DOC
2. Canavese DOC
3. Coste della Sesia DOC
4. Erbaluce di Caluso o Caluso DOCG
5. Lessona DOC

Il territorio è circondata dalle Alpi Biellesi, dalla Serra di Ivrea e pianure coltivate, dove la viticoltura gioco un ruolo chiave

Abbinamenti e piatti consigliati

Abbinamento per concordanza

Una versione "di famiglia" del Nebbiolo, sempre elegante come nello stile della cantina. Un vino che si presta ad abbinamenti molto territoriali e per concordanza, con piatti di struttura e dai sapori altrettanto intensi e complessi.

Abbinamento per contrasto

Un Nebbiolo che è ottimo anche in abbinamenti per contrasto, giocando con con cibi dotati di una certa grassezza e dalle lunghe cotture: la bocca viene pulita via dal tannino e dall'acidità del vino.

Si abbina bene a

Carne come ossibuchi, brasati, selvaggina; formaggi stagionati; primi piatti intensi come risotti alla salsiccia o lasagne.

Abbinamento per concordanza

Una versione "di famiglia" del Nebbiolo, sempre elegante come nello stile della cantina. Un vino che si presta ad abbinamenti molto territoriali e per concordanza, con piatti di struttura e dai sapori altrettanto intensi e complessi.

Abbinamento per contrasto

Un Nebbiolo che è ottimo anche in abbinamenti per contrasto, giocando con con cibi dotati di una certa grassezza e dalle lunghe cotture: la bocca viene pulita via dal tannino e dall'acidità del vino.

Si abbina bene a

Carne come ossibuchi, brasati, selvaggina; formaggi stagionati; primi piatti intensi come risotti alla salsiccia o lasagne.

Brasato

Il brasato è un piatto cardine della cucina piemontese, sapido e succulento, dagli aromi complessi. Per un tocco di classe, cuocilo nello stesso vino in degustazione.

Lepre in salmì

La lepre è un piatto di selvaggina dal sapore intenso, persistente e profumatissimo. La particolare tecnica di cottura "in salmì", tradizionale italiana, prevede la lenta cottura della selvaggina con vino e verdure aromatiche. La carne diventa tenera e succosa.

Nebbiolo Coste Della Sesia Orbello | Tenute Sella 1671, ti è piaciuto?

Raccontacelo cliccando qui

Nebbiolo Coste Della Sesia Orbello | Tenute Sella 1671, ti è piaciuto?

Raccontacelo cliccando qui