Malvasia Etichetta Blu Collio | Doro Princic

Prezzo scontato€29,00

Bianco
Friuli Venezia Giulia (IT)
Collio DOC
Malvasia istriana 100%
Degustalo entro 3-4 anni
15% vol.

Produzione e affinamento

Malvasia istriana in purezza, raccolta a piena maturazione: un’uva originaria del Mediterraneo, presente da secoli in Friuli in questo particolare clone. Le vigne si trovano nella campagna di Pradis, tra Cormons e Capriva del Friuli, e crescono su suoli di “ponca”, drenanti e ricchi minerali.

Le uve sono pressate delicatamente e il mosto fiore fermenta in vasche d’acciaio a temperatura controllata. Il vino riposa poi in acciaio per circa 6 mesi prima di venire imbottigliato.

Analisi organolettica

Esame visivo

Di un bel colore giallo paglierino luminoso.

Esame olfattivo

Aromatico, al naso esprime aromi maturi e fruttati - con note di agrumi, frutta bianca, pesca, albicocca -, sentori di erbe aromatiche e belle sfumature iodate.

Esame gustativo

Al palato ha un buon corpo, è fresco ed elegante, con un finale sorso persistente, che chiude su piacevolissime note sapide e minerali.

Indice contenuti

Dal vigneto alla tavola: scopri il nostro vino

Pronti per un viaggio alla scoperta del Malvasia Etichetta Blu Collio | Doro Princic? Ora ti porteremo ad approfondire ogni aspetto di questo vino eccezionale attraverso tre sezioni chiave:

Cantina

Vieni a conoscere la storia e i valori della cantina che con passione coltiva e trasforma le uve in vino

Territorio

Immergiti nella terra che dà vita a queste uve uniche, scoprendo il clima e il terroir che influenzano il suo carattere

Abbinamenti

Ottieni consigli esperti sugli abbinamenti perfetti che esalteranno sia il vino sia il tuo pasto

La cantina

Paese: Italia

Regione: Friuli Venezia Giulia

Ettari vitati: 12

Doro Princic

Isidoro Princic, noto affettuosamente come Doro, ha iniziato a imbottigliare i suoi primi vini nel 1952. Autodidatta nella piccola località di Pradis, nel Comune di Cormòns, è stato uno dei pionieri a credere nei vini del Collio. Oggi è suo figlio Sandro a proseguire la tradizione familiare. Affiancato dalla competenza della moglie Grazia, responsabile di accogliere i visitatori alle degustazioni in cantina, Sandro è un punto di riferimento nel Collio. I suoi vini, rinomati per l'eleganza, provengono dai 12 ettari di terreno di proprietà e dalle varietà di uva quali Friulano, Malvasia, Ribolla Gialla e Pinot Bianco.

Doro Princic

Il territorio vanta dolci pendii baciati dal sole, oggi considerati tra i micro-terroir più promettenti dell'intera denominazione. Le marne eoceniche stratificate, conosciute localmente come "ponca", con il suolo distintivo che caratterizza l'intera produzione vitivinicola, garantendo vini di intensa mineralità.
Le vinificazioni nella cantina sono rispettose della vite e mirano a esaltare le il terroir. La produzione, limitata in termini di quantità, raggiunge alte vette qualitative e si basa sui principi trasmessi da Isidoro. I vini bianchi Princic vengono vinificati in acciaio, senza contatto con le bucce e con maturazione sui lieviti, mentre i rossi maturano generalmente in grandi botti da 20 ettolitri. Tra i bianchi, spicca il Collio Malvasia DOC "Etichetta Blu", uno dei più rappresentativi della cantina.

Regione e territorio

un'esplosione di profumi e sapori che celebrano nel calice il territorio unico della regione.

Friuli Venezia Giulia

un'esplosione di profumi e sapori che celebrano nel calice il territorio unico della regione.

Friuli Venezia Giulia

un'esplosione di profumi e sapori che celebrano nel calice il territorio unico della regione.

Friuli Venezia Giulia

Il Friuli-Venezia Giulia è da sempre la terra dei grandi bianchi e ha raggiunto una fama straordinaria per quelli che qualcuno chiama i “superwhite“.

Recentemente il Friuli Venezia Giulia è stato terreno di uno scontro a livello comunitario con l’Ungheria circa il diritto di continuare a chiamare Tocai il vino prodotto con il vitigno Tocai Friulano, creando confusione con il noto vino passito ungherese Tokaji. La causa fu persa dall’Italia nel 2007 e dal 2011 i vini prodotti con Tocai Friuliano sono chiamati rispettivamente “Friulano” in Friuli Venezia Giulia e “Tai” nel Veneto.

La regione è divisa in una zona montana a nord, una collinare nell'arco prealpino, una di pianura di origine alluvionale e una costiera.
La parte settentrionale della pianura è adatta alla coltivazione di uve a bacca bianca, mentre quella meridionale risulta più favorevole all'allevamento di vitigni a bacca nera.
Verso est, nella zona del confine con la Slovenia, la pianura prosegue fino ai piedi del Carso: qui la viticoltura è difficile per via delle rocce calcaree erose dall'acqua e spesso è possibile solo sui terrazzamenti sostenuti da muri di contenimento in blocchi di arenari chiamati "pastini".

Collio

I vini prodotti in questa zona sono il risultato di un terroir unico. Il Collio Goriziano
comprende la fascia collinare settentrionale della provincia di Gorizia, tra i fiumi Isonzo e Judrio. La zona è a ridosso del confine con la Slovenia, in un territorio al di qua e al di là del confine, profondamente interconnesso.
Il Collio comprende circa 1.500 ettari di vigneto posti su una sequenza di colline lungo la direttrice est ovest (altitudine tra 60 e 270 metri), che presentano ampie superfici con ottime esposizioni, ideali per una viticoltura di qualità.

La coltivazione della vite nel Collio risale all’epoca romana, mentre i nomi dei vini che hanno reso famoso il territorio si fanno strada dal Seicento: Ribolla, Cividino, Refosco, Corvino. La viticoltura moderna arriva nel Collio nella seconda metà dell’Ottocento. Allora è già marcata la prevalenza dei vitigni a bacca bianca.
Dopo la seconda guerra mondiale il Collio viene separato dal confine, dando origine a due zone vinicole, il Collio Italiano e il Brda nella parte slovena.

Le colline, coltivate sin dai tempi romani, offrono ampie superfici con esposizioni perfette per una viticoltura di eccellenza.

Abbinamenti e piatti consigliati

Abbinamento per concordanza

Una Malvasia molto profumata, fresca e sapida, dal profilo alcolico importante, che richiede abbinamenti di parità sotto il profilo dell'intensità aromatica.

Abbinamento per contrasto

Questa Malvasia si presta molto bene ad abbinamenti con cibi succulenti. L’alcol e la freschezza puliscono la leggera untuosità dei piatti e preparano il palato al sorso successivo.

Si abbina bene a

Antipasti a base di pesce, anche crudo o affumicato, secondi con pesce, carni bianche cotte in umido, formaggi freschi, primi piatti conditi.

Abbinamento per concordanza

Una Malvasia molto profumata, fresca e sapida, dal profilo alcolico importante, che richiede abbinamenti di parità sotto il profilo dell'intensità aromatica.

Abbinamento per contrasto

Questa Malvasia si presta molto bene ad abbinamenti con cibi succulenti. L’alcol e la freschezza puliscono la leggera untuosità dei piatti e preparano il palato al sorso successivo.

Si abbina bene a

Antipasti a base di pesce, anche crudo o affumicato, secondi con pesce, carni bianche cotte in umido, formaggi freschi, primi piatti conditi.

Pasta con le vongole

Un piatto di media struttura, fresco e delicato, ma al tempo stesso caratterizzato da profumi ampi, per un abbinamento di estrema soddisfazione.

Risotto con i funghi

Un piatto ricco di profumi e di gusto, cremoso e dalla media struttura, delicato ed elegante. Finferli, porcini, champignon o misti... le possibilità per un primo di effetto sono tante!

Malvasia Etichetta Blu Collio | Doro Princic, ti è piaciuto?

Raccontacelo cliccando qui

Malvasia Etichetta Blu Collio | Doro Princic, ti è piaciuto?

Raccontacelo cliccando qui