Granpasso | Pian delle Vette

Prezzo scontato€19,00


DENOMINAZIONE: IGT Vigneti delle Dolomiti
TIPOLOGIA: rosso
UVAGGIO:
teroldego 100%
PROVENIENZA:
Italia, Veneto
EVOLUZIONE:
6 anni
TEMPERATURA DI SERVIZIO:
16-18° C
BICCHIERE CONSIGLIATO:
calice ampio da vino rosso
GRADO ALCOLEMICO:
13% vol.
FORMATO: 75 cl

IL VINO

SPECIFICHE TECNICHE

FRESCHEZZA: ◼︎◼︎◼︎◼︎◻︎
CORPO:
◼︎◼︎◼︎◼︎◻︎
SAPIDITÀ:
◼︎◼︎◼︎◼︎◻︎
MORBIDEZZA:
◼︎◼︎◼︎◼︎◻︎
TANNICITÀ: ◼︎◼︎◼︎◻︎◻︎

LE NOTE DEI NOSTRI SOMMELIER

👁 di un bel rosso rubino intenso;

👃🏻 al naso: memorie di ciliegia sotto spirito, un leggero balsamico che stimola la riflessione enologica, uno sbuffo di profumi di fiori secchi in questo importante rosso da uve teroldego in purezza di classici 13 gradi;

👄 al sorso si percepisce concentrazione di struttura, tensione verticale di un’acidità viva ma bilanciata dai due anni in botte di rovere francese. Un vino dinamico dalle sensazioni pepate ma che donano freschezza, un finale fruttato che riporta all’olfatto iniziale, note dolci nel finale alternato al balsamico questa volta come sensazioni di canfora.

ABBINAMENTO CONSIGLIATO

Il Granpasso è un vino intenso, complesso e persistente: per questo si contrasta bene con piatti di grande persistenza aromatica, succulenza e intensità gustativa. Quindi: carni rosse, cacciagione, selvaggina... Da provare con i piatti tipici della cucina di montagna accompagnati dalla polenta e non possono mancare dei formaggi di alpeggio come un Monteveronese o un Asiago Stravecchio.

AFFINAMENTO

Un Teroldego in purezza coltivato nei vigneti di Feltre. La vendemmia è manuale, l’uva raccolta in cassetta. Dopo un'accurata selezione in vigna dei grappoli, in cantina avviene la macerazione, seguita dalla fermentazione alcolica a temperatura controllata. Segue la malolattica, sempre a temperatura controllata con continui rimontaggi. Il vino affina 24 mesi in botte di rovere francese e minimo quattro mesi in bottiglia.

LO AMERAI PER...

la sua persistenza e intensità.

TERRITORIO DI PROVENIENZA

TERROIR

Siamo nella zona del bellunese, una zona del Veneto dove si produce poco e ottimo vino, essendo più diffuse le produzioni di fagioli, mais, orzo, zucca e miele. Nonostante questo, in questi ultimi anni è stata ripresa la coltivazione della vite, anche con il recupero di antiche varietà autoctone e di terreni un tempo coltivati a vigna.
Attualmente sono una decina le aziende agricole che coltivano vigneti in provincia di Belluno; alcune hanno scelto di puntare interamente sulle autoctone e rare bianchetta e pavana mentre altre hanno preferito diversificare i vitigni autoctoni con gli internazionali.

CANTINA

Pian delle Vette si trova sulle Coste sopra Pedavena, in località Vignui, altitudine 580 metri sul livello del mare, un territorio morenico lasciato dai ghiacciai, caratterizzato da complessa mineralità nel sottosuolo. Pian delle Vette è il progetto di Egidio d’Incà e Walter Lira che invece di andare in pensione, come pare potessero fare, hanno deciso di rilevare questa azienda, destinata a scomparire, per farla rifiorire, in un posto incantato, alle porte del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi.
La scommessa è stata quella di fare della viticoltura di qualità ad alta quota, rispettando l’ambiente circostante in condizioni non sempre facili e per questo scegliendo varietà tipiche di montagna o di alta collina: un corpo unico di 2,5 ettari attorno alla cantina con paesaggio da classica cartolina, anzi, instagrammabile. I vigneti hanno circa 15 anni, dedicati sia a uve a bacca bianca sia a bacca rossa.

Customer Reviews

Based on 10 reviews
30%
(3)
30%
(3)
20%
(2)
0%
(0)
20%
(2)
S
Simonluca S.
Struttura e gusto

mi è piaciuto, una buona espressione del teroldego con qualche anno sulle spalle. Lo ricomprerei

S
Simonluca S.
Struttura e gusto

mi è piaciuto, una buona espressione del teroldego con qualche anno sulle spalle. Lo ricomprerei

M
M.
Teroldego maturo

un vino tutto sommato piacevole, abbastanza fresco, pronto per essere bevuto

A
Anna Sophie
Teroldego maturo

un vino tutto sommato piacevole, abbastanza fresco, pronto per essere bevuto

F
F.P.
delusione

Decisamente non all’altezza. Forse un Teroldego 2014 non regge.