Campi Taurasini | Tenuta Del Meriggio

Prezzo scontato€17,00

Rosso
Campania (IT)
Campi Taurasini DOC
Aglianico
Degustalo entro 5 anni
13,5% vol

Produzione e affinamento

Da un vigneto argilloso e sabbioso esposto a Sud / Sud-Est, aglianico in prezza raccolto a mano tra fine ottobre e inizio novembre.

Dopo una macerazione sulle bucce per 15-20 giorni, in acciaio, affina per almeno di 12 mesi in grandi botti di rovere e ulteriori 6 mesi (o più) in bottiglia.

Analisi organolettica

Esame visivo

Di un colore rosso rubino cupo con riflessi granati.

Esame olfattivo

All’olfatto esprime aromi ampi e fini, di frutta rossa matura, cacao e sentori complessi, tostati e di pepe.

Esame gustativo

In bocca è secco, mostra una spiccata freschezza e una discreta morbidezza. Finale persistente.

Indice contenuti

Dal vigneto alla tavola: scopri il nostro vino

Pronti per un viaggio alla scoperta del Campi Taurasini | Tenuta Del Meriggio? Ora ti porteremo ad approfondire ogni aspetto di questo vino eccezionale attraverso tre sezioni chiave:

Cantina

Vieni a conoscere la storia e i valori della cantina che con passione coltiva e trasforma le uve in vino

Territorio

Immergiti nella terra che dà vita a queste uve uniche, scoprendo il clima e il terroir che influenzano il suo carattere

Abbinamenti

Ottieni consigli esperti sugli abbinamenti perfetti che esalteranno sia il vino sia il tuo pasto

La cantina

Paese: Italia

Regione: Campania, Avellino

Ettari vitati: 25

Tenuta del Meriggio

L'azienda si trova a Montemiletto, in provincia di Avellino. La filosofia della Tenuta si basa sulla scelta produttiva di valorizzare al massimo le uve dei propri vigneti, impiantati su terreni eccezionalmente vocati, con la convinzione che la qualità nasca innanzitutto in vigna. Lavorano nel rispetto del “terroir” (inteso come l’interazione indissolubile tra fattori pedoclimatici, vitigno e intervento dell’uomo) tramite aggiornati sistemi colturali, moderne tecniche di vinificazione e tradizionali metodi di affinamento in cantina - l’unica strada per la massima qualità.

Tenuta del Meriggio

La linea di vini della Tenuta del Meriggio è tutta costruita attorno ai vitigni irpini, autoctoni e regionali, le cui caratteristiche sono soprattutto la freschezza, il corpo e i profumi.
La scelta attenta di terreni vocati per posizione, esposizione, altitudine, composizione del suolo e pendenza permette alla cantina di ottenere uve di ottima qualità, vinificate in purezza al fine di esprimerne le caratteristiche che le rendono uniche e da esse produrre vini animati dalla voglia di emozionare.

Regione e territorio

Tradizione millenaria, coltivazione tradizionale e valorizzazione delle varietá autoctone e dei terroir

Campania

Tradizione millenaria, coltivazione tradizionale e valorizzazione delle varietá autoctone e dei terroir

Campania

Tradizione millenaria, coltivazione tradizionale e valorizzazione delle varietá autoctone e dei terroir

Campania

La viticoltura in Campania affonda le radici nella tradizione greca, quando numerosi vitigni oggi considerati autoctoni furono introdotti dagli ellenici. L’oidio e la fillossera arrivarono più tardi che altrove, ma i danni furono ingentissimi e la strada della qualità venne imboccata solo a partire dagli anni '80.
Recentemente i vini Campani registrano incredibili successi grazie ad una produzione caratterizzata da un'agricoltura di tipo tradizionale, con una forte attenzione alla salvaguardia dell'ambiente e alla sostenibilità. Molte delle aziende vitivinicole campane sono a conduzione familiare e producono vini di alta qualità in piccole quantità.

In generale, la viticoltura campana è caratterizzata da una grande varietà di terroir e varietà autoctone, che danno origine a vini di grande qualità e personalità, ognuno con le sue caratteristiche uniche Per molti anni l’imponente Taurasi DOCG è stato l'unico vino l’unico vino ad essere insignito della DOCG, ma dal 2003 sono state riconosciute anche il Greco di Tufo DOCG e il Fiano di Avellino DOC e dal 2011 anche l'Aglianico del Taburno si fregia della menzione. Nel resto della regione si contano anche 15 DOC e 10 IGT.

Irpinia

L'Irpinia è patria di Aglianico, Greco e Fiano. A meno di 50 Km da Napoli, grazie alla
conformazione del suo territorio, l’Irpinia è una terra vocata alla produzione di vini di grande pregio. Tagliata in due dai monti dell’Appennino, ha altitudini comprese tra i 300 e i 1800 metri sul livello del mare. Questo consente di avere terreni ben drenati, con buona riserva idrica. Le importanti escursioni termiche tra il caldo del giorno, e il fresco notturno. In particolare il versante Tirrenico (quello più vocato alla viticoltura) è montuoso e discontinuo, ricco di vegetazione e di acque, con molte precipitazioni.

L'orografia del territorio determina la formazione di vari microclimi che consentono di produrre diversi tipi di vini. I terreni, argilloso-calcarei, beneficiano dell’attività effusiva delle 3 zone vulcaniche circostanti: Vulture, Vesuvio e i monti del casertano. Nei secoli, l’accumulo di strati di cenere e lapilli ha dato vita a depositi tufacei, con minerali e strati più sciolti, un’altra peculiarità unica per una viticoltura di qualità. L’Irpinia è la provincia campana con la più alta concentrazione di vigneti e può vantare la presenza di 3 DOCG: Taurasi, Greco di Tufo e Fiano di Avellino. Produce vini di alta qualità, vinificati secondo tecniche moderne ma che si rifanno alla tradizione locale.

L'orografia crea microclimi diversificati, mentre i terreni argilloso-calcarei regalano mineralità uniche.

Abbinamenti e piatti consigliati

Abbinamento per concordanza

Questo rosso è strutturato e dal tannino ben presente: predilige piatti in preparazioni importanti, dotati di altrettanta intensità, ricchi di sapori e profumi, da abbinare per concordanza.

Abbinamento per contrasto

La freschezza e il tannino del vino possono essere accordati molto bene per contrasto con piatti dotati di una certa grassezza e untuosità: il palato verrà pulito perfettamente e preparato al successivo boccone.

Si abbina bene a

Predilige abbinamenti con primi piatti di terra con condimenti ricchi, carni rosse, selvaggina, formaggi stagionati e piccanti, minestre particolarmente ricche.

Abbinamento per concordanza

Questo rosso è strutturato e dal tannino ben presente: predilige piatti in preparazioni importanti, dotati di altrettanta intensità, ricchi di sapori e profumi, da abbinare per concordanza.

Abbinamento per contrasto

La freschezza e il tannino del vino possono essere accordati molto bene per contrasto con piatti dotati di una certa grassezza e untuosità: il palato verrà pulito perfettamente e preparato al successivo boccone.

Si abbina bene a

Predilige abbinamenti con primi piatti di terra con condimenti ricchi, carni rosse, selvaggina, formaggi stagionati e piccanti, minestre particolarmente ricche.

Agnello

L'agnello, al forno o arrosto, è un secondo piatto ricco e saporito, dal sapore e dai profumi intensi. Perfetto con le patate, per pranzi importanti.

Paccheri al ragu napoletano

Tipico della tradizione campana, un primo piatto fatto con il classico soffritto di odori, cipolla, sedano e carota per arrivare alla passata di pomodoro arricchito con il lardo. Il classico primo della domenica partenopea.

Campi Taurasini | Tenuta Del Meriggio, ti è piaciuto?

Raccontacelo cliccando qui

Campi Taurasini | Tenuta Del Meriggio, ti è piaciuto?

Raccontacelo cliccando qui