Blanc de Blanc | Ca Rovere

Prezzo scontato€26,00


DENOMINAZIONE: Spumante metodo classico Brut
TIPOLOGIA: spumante
UVAGGIO:
chardonnay 100%
PROVENIENZA:
Italia, Veneto
EVOLUZIONE:
3 anni
TEMPERATURA DI SERVIZIO:
6-8° C
BICCHIERE CONSIGLIATO:
calice da spumante medio
VOLUME IN ALCOL:
11,5% 
FORMATO: 75 cl

 

IL VINO

SPECIFICHE TECNICHE

FRESCHEZZA: ◼︎◼︎◼︎◼︎◻︎
CORPO:
◼︎◼︎◼︎◼︎◻︎
SAPIDITÀ:
◼︎◼︎◼︎◻︎◻︎
MORBIDEZZA:
◼︎◼︎◼︎◻︎◻︎

LE NOTE DEI NOSTRI SOMMELIER

👁 di un bel giallo paglierino cristallino con perlage fine e persistente;

👃🏻 al naso è intenso e complesso, con note agrumate di cedro, albicocca e fiori di acacia. Il finale è di miele, lievito e iodato;

👄 al palato è avvolgente e setoso, entra morbido in equilibrio con la lunga spalla fresco-sapida. Persistono i richiami fruttati in un finale asciutto e sapido.

 

ABBINAMENTO CONSIGLIATO

Il Brut Blanc de Blanc è un vino fresco che ama piatti di media struttura. Ottimo con portate di pesce pregiato: per stare nel territorio baccalà alla vicentina, ma anche carpacci di pesce crudo, aragosta in bellavista e orata al cartoccio.

 

AFFINAMENTO

Un Metodo Claddico da chardonnay in purezza coltivato nei vigneti posti nella parte più meridionale dei Colli Berici, caratterizzata da esposizioni ottimali e buone escursioni termiche. Le uve vengono selezionate e raccolte manualmente a metà agosto. Pigiatura soffice, prima fermentazione e seconda secondo il Metodo Classico, con la seconda fermentazione in bottiglia. Segue affinamento sui lieviti per 60 mesi, riposo in acciaio e ulteriore affinamento in bottiglia prima della commercializzazione.

 

LO AMERAI PER...

la sua fragranza.

 

TERRITORIO DI PROVENIENZA

TERROIR

Siamo nella zona dei Colli Berici, in provincia di Vicenza, dove da sempre l’uomo ha coltivato la vite e l’olivo. La posizione e la conformazione del territorio hanno favorito la costruzione di meravigliose architetture rurali incastonate tra le colline, come mulini ad acqua, castelli ed eremi, molti dei quali ancora oggi visibili. A questi si affianca un patrimonio di ville venete vastissimo, che raggiunge la sua espressione più alta nelle architetture di Andrea Palladio. Tra queste colline si nasconde anche uno splendido lago, il Fimòn, dove sono state rinvenute palafitte antichissime. E della stessa età sono le prime presenze del vigneto, come raccontano i resti numerosi di vinaccioli trovati. Qui la roccia calcarea, i terreni di argille rosse e quelli basaltici di origine vulcanica, l’altitudine che allontana le nebbie e le ridotte precipitazioni annue creano un ambiente ottimale e vocato alla viticoltura. Qui i vitigni coltivati sono soprattutto tai, carmenère, garganega, chardonnay.

 

CANTINA

Siamo sui Colli Berici, nel borgo di Alonte in provincia di Vicenza, nel verde di fitti boschi spontanei di querce e faggi. Le radici delle viti scavano a fondo nella terra sassosa, trovando nutrimento in quello che, 50 milioni di anni fa, era il fondo di un mare. Oggi il terreno conferisce ai suoi frutti sapidità e mineralità intense e piacevoli. I 30 ettari di vigneti stanno a 150 metri sul livello del mare e godono di un microclima caldo e asciutto.
A partire dai nonni Bruno e Giuditta, che si innamorarono di questi monti e piantarono le prime viti “tra i sassi”, la passione per il vino ha coinvolto tutta la famiglia, che da 20 anni è specializzata nella produzione di spumanti Metodo Classico, da Chardonnay e Garganega:i primi nei Colli Berici. Le cuvée dei loro spumanti, tutti millesimati, sono opera di un sapiente assemblaggio. Non vengono usati prodotti chimici di sintesi: il lavoro in vigna è meticoloso. Nella cantina scavata nella roccia, le bottiglie sono quindi accatastate a mano per la seconda fermentazione e l’affinamento sui lieviti per almeno 36 mesi, fino anche a 70.

 

Customer Reviews

Be the first to write a review
0%
(0)
0%
(0)
0%
(0)
0%
(0)
0%
(0)