Claudio Cipressi Molise cantina

Claudio Cipressi - Molise

La storia della mia cantina inizia a San Felice del Molise al principio degli anni Novanta, grazie all’intuizione dell’agronomo Michele Tanno, che mi ha spinto a recuperare l’unico vitigno davvero autoctono della nostra terra, allora quasi scomparso: la Tintilia.

Ho impiantato i primi cinque ettari di vigneto nel 1998, una scelta apparentemente folle, allora, visto l’investimento su un prodotto dalle basse rese. La cantina è stata costruita nel 2003, e dopo un paio di anni, i primi imbottigliamenti.

Oggi gli ettari vitati sono 15 in totale, coltivati interamente in regime biologico. A quasi 600 metri di altezza coltivo i miei vigneti e produco il mio vino, ogni giorno con la stessa intensità e cura dell’inizio.

Oggi, a quasi 30 anni di distanza sono orgoglioso di avere investito sulla riscoperta della Tintilia, una delle più importanti scelte del panorama vinicolo italiano e, secondo me, anche europeo, che negli anni è stata oggetto anche di importanti studi da parte dell’Università del Molise.

La Tintilia, infatti, è il vino che meglio rappresenta la nostra magnifica terra, un paesaggio in tanta parte ancora incontaminato e dalle tantissime potenzialità, che offre a quest’uva il contesto ideale per dare il meglio di sé e caratterizzarsi in modo così netto per freschezza e longevità.

Claudio Cipressi

 

Claudio Cipressi Molise cantina

Lascia un commento

Nota bene, i commenti devono essere approvati prima della loro pubblicazione.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.