abbinamento lasagna vino

Che vino abbinare alla lasagna?

Chi non torna un po’ bambino pensando alla lasagna? Cioè a uno dei grandi simboli della cucina italiana, che per intere generazioni rievoca ricordi di domeniche lontane e spensierate. Vediamo di ripescare quei momenti e riproporli oggi, abbinandoci un ottimo bicchiere di vino. Ecco i nostri consigli per abbinare la lasagna.

Per tanti di noi la lasagna sa di casa. Porta alla memoria ricordi di un avvolgente profumo di salsa, che inebria la casa sin dalle prime ore del giorno, il suono del soffritto e le mani della nonna, che con passione impastavano seguendo la stessa ricetta da sempre, alternando abbondante besciamella a morbida pasta fresca, ragù e parmigiano. Tutto rigorosamente fatto al momento. E poi aspettarla davanti al forno e rubarne un angolo croccante appena sfornata: un istante che attraversa le generazioni sul quale Massimo Bottura ha costruito un piatto iconico, che ha fatto il giro del mondo.

Le prime testimonianze di questo piatto sono addirittura medievali e la ricetta messa a punto nei secoli come quella tradizionale (bolognese), in realtà ha presto visto nascere tante interpretazioni, come le lasagne vegetariane (radicchio, zucchine, carciofi…), quelle in bianco con il pesce, o varianti regionali come nel caso delle lasagne napoletane – con polpette di carne, provola e ricotta, alla Norma – o quelle genovesi, con il pesto.

Qui ci concentriamo sulla tipica lasagna bolognese e sul vino da abbinarci.

Quali sono le caratteristiche della lasagna?

Questo è il punto di partenza per capire come abbinare questo squisito piatto emiliano.

Le peculiarità della lasagna da tenere presenti per cercare l’abbinamento perfetto per sono:

🍴 l’assenza di grande struttura, dal momento che la consistenza è molto morbida;

🍴 una certa grassezza (eh già…);

🍴 il meraviglioso insieme di sapori, intensi e ben mescolati assieme, che spaziano dalla sapidità del ragù fino alla tendenza dolce della pasta e soprattutto della besciamella, quest’ultima spesso aromatizzata con noce moscata.

lasagna fatta in casa abbinamento vino

Che caratteristiche deve avere il vino da abbinare alla lasagna?

Per tutte queste caratteristiche della lasagna, il vino in abbinamento deve essere:

🍷 di carattere e persistente, per non venire sopraffatto dalla ricchezza del piatto;

🍷 morbido;

🍷 dotato di una buona acidità per ripulire bene la bocca dalla grassezza del piatto.

Perfetti sono i vini di medio corpo, rossi di carattere ma non troppo carichi, fruttati, freschi, ancora meglio se pétillant.

Suggerimenti per abbinare la lasagna

Il grande classico: Lambrusco

Un abbinamento classico, quello per non sbagliare mai, è con il Lambrusco, tipico vino emiliano dal carattere vivace, che pulisce il palato con la sua effervescenza e con la sua generosità tiene gentilmente testa ai sapori del sapore del ragù con le lievi note lievi di piccoli frutti rossi.

Quando la lasagna è speziata: Sangiovese di Romagna

Sempre tra gli abbinamenti regionali, le lasagne alla bolognese sono da provare con il Sangiovese di Romagna, un rosso che nell’abbinamento non gioca certamente un ruolo di gregario e anzi tiene botta alla ricchezza dei sapori del cibo: da prediligere in particolare quando nella lasagna c’è la noce moscata, perché le note appena speziate del vino si sposano perfettamente con quelle del piatto.

Un rosso fuori regione: Barbera

Un altro abbinamento da provare è quello con la Barbera, d'Asti, d’Alba o dell’Oltrepò Pavese, della quale si sfrutta l’ottima freschezza e la versatilità a tavola. Anche qui, il vino non sta certamente in secondo piano.

Per sperimentare: Metodo Classico

Per gli amanti delle bollicine, un abbinamento più audace ma divertente è con un Metodo Classico che abbia fatto lunghi affinamenti e possegga quindi la complessità per tenere testa alla lasagna. Cremoso, fresco, profumato, è in grado di chiudere perfettamente ogni assaggio e preparare a quello successivo. Solo per chi non teme la sferzata acida.