Bordeaux vini classifica 1855 Medoc

Il marketing del vino di Napoleone III

Nel 1848 Carlo Luigi Napoleone Bonaparte divenne Presidente della Repubblica e dal 1852 Imperatore dei Francesi. Noto come Napoleone III, era il nipote del celeberrimo Napoleone I e utilizzava il vino per fare marketing in un modo interessante, che ha fatto scuola. Vediamo come.

Il marketing del vino di Napoleone III.

Chi era Napoleone III?

Carlo Luigi Napoleone Bonaparte (Napoleone III) era figlio del fratello di Napoleone I, e dal 1848 impone il suo governo autocratico. Uno dei suoi obiettivi era rafforzare la posizione della Francia come una grande potenza industriale del mondo.

Il ruolo del vino per Napoleone III

Il vino divenne per lui uno strumento fondamentale per raggiungere questo risultato, perché trainava l’economia e l’identità della Francia e che lui decise di usare come preciso strumento di marketing.

La trovata di marketing del vino di Napoleone III

Il 5 aprile 1855 Napoleone III chiese di compilare la graduatoria ufficiale dei grandi Châteaux vinicoli di Bordeaux: un importante strumento di marketing in vista dell’Esposizione universale di Parigi in programma a maggio di quello stesso anno.

La classificazione ufficiale dei migliori vini di Bordeaux del 1855, fatta in tempo di record, riguarda i vini del Médoc, di Sauternes e un’azienda di Péssac Leognan, divisi in 5 categorie secondo un ordine legato al merito. La classifica oggi è ancora pressoché immutata.

Cosa si impara dall’operazione di marketing di Napoleone III?

Tutto il mondo è paese: l’esposizione universale di Parigi aveva bisogno di una manovra di immagine importante dell’evento e fu trovata all’ultimo momento.

La potenza del vino: per la sua natura tradizionalmente legata alla qualità, il vino è uno strumento importante per la promozione di un’intera nazione.

Le classificazioni come sinonimo di qualità: da allora Bordeaux è divenuta ancora di più una regione sinonimo di qualità e prestigio in tutto il mondo.

Fun fact

Napoleone III dopo la battaglia di Sedan (1870) fu esiliato a Londra, dal 1871, e pare che fu costretto a fare il commerciante di vini per mantenersi.

Vuoi scoprire vini di nicchia, selezionati per te dai nostri sommelier, in base ai tuoi gusti?

SCOPRI SOMMELIER WINE BOX