avvinamento vino

Cos’è l’avvinamento del calice? Una guida pratica.

Colpo di teatro di sommelier e wine expert, l’avvinamento non è in realtà molto praticato tra i winelover. Si tratta di una pratica davvero scenografica, con una chiara utilità. Vediamo cos’è e come funziona l’avvinamento e quando è bene eseguirlo.

Cos’è l’avvinamento, in sette domande e altrettante semplici risposte.

Cosa si intende per avvinamento?

Il termine “avvinamento” indica una serie di lavaggi, eseguiti per ottenere un risultato omogeneo entro un contenitore.

Cos’è l’avvinamento, in cantina?

In cantina, l’avvinamento è l’operazione di travasare delle quantità di vino (o di mosto) nelle nuove botti, per favorire il rilascio di tannino da parte del legno. 

Cosa si intende per avvinamento nel servizio del vino?

Consiste nel versare una piccola quantità di vino nel contenitore, calice o decanter.

Come si fa ad avvinare il calice?

  • Si versa un goccio di vino in un bicchiere;
  • Lo si fa roteare con gesto ampio perché aderisca su tutta la superficie del bicchiere, per coprire molta superficie interna;
  • Poi si rotea con gesti più misurati, sempre tenendo il bicchiere dal calice, per terminare la copertura dell’intera superficie.

Se si sta degustando in compagnia, con lo stesso goccio di vino (che poi va scartato) si passa al calice successivo.

Perché si fa l’avvinamento del calice?

Questo procedimento viene praticato per eliminare dai bicchieri odori e micro sedimenti che possono essere presenti, derivati da lavaggi non perfetti o da residui di detersivi.

L’obiettivo è creare un ambiente perfetto per la degustazione. Che vuol dire non bere il vino dall’aroma o dal sapore alterati.

Quando è consigliato avvinare il calice?

Ogni volta che si abbia il dubbio sulla perfetta pulizia dell’interno del bicchiere e in presenza di vini pregiati, che non si vuole rischiare di alterare.

Perché i sommelier eseguono l'avvinamento?

L'avvinamento è molto praticato al tavolo dai sommelier in ristoranti e wine bar. Oggi, infatti, il gesto si carica anche di altre valenze, estetiche ed empatiche, perché è un momento di grande fascino, durante il quale si inizia a creare una relazione con i clienti.